Clorazione al sale

Il trattamento di clorazione al sale è alternativo alla disinfezione delle piscine con i prodotti chimici. La clorazione al sale avviene tramite il processo dell’elettrolisi salina.

Come funziona l’elettrolisi salina?

Prima di tutto inserire sale nell’acqua della piscina.
All’interno del generatore di cloro si trovano degli elettrodi in titanio ricoperti da ossidi metallici che creano un campo magnetico. Il campo magnetico separerà il cloruro dal sodio. Si avrà l’acido ipocloroso, che è un agente disinfettante.
Molto importante monitorare la concentrazione di sale nell’acqua.

Vantaggi e svantaggi della piscina ad acqua salata

  • Minor utilizzo di prodotti chimici e quindi durata maggiore dell’impianto
  • Minor concentrazione di cloro nell’acqua
  • Risparmio in quanto può essere usato del sale in grani o sale stabilizzato in pastiglie
  • Leggera salinità dell’acqua e assenza completa di odore di cloro
  • Disinfezione chimica e naturale
  • Minor irritazione di pelle e occhi

Svantaggi

  • È necessario monitorare costantemente il ph
  • È sconsigliato per piscine molto grandi
  • Non elimina totalmente la necessità di utilizzare dei prodotti chimici (specie dopo lunghi periodi di inutilizzo), ma la riduce solamente

Facebook

Questo sito utilizza cookies per ottimizzare il design e le prestazioni del nostro sito web.  Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui per consultare la cookie policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione si acconsente all’uso dei cookies.