Disinfezione tramite ossigeno attivo

La disinfezione della piscina è una delle attività di manutenzione dell'impianto più importanti sia sotto l'aspetto igienico che estetico. La disinfezione infatti oltre a garantire un colore cristallino, elimina batteri e organismi indesiderati dall'acqua dentro cui ci immergiamo.

Sono svariati i metodi che vengono utilizzati per avere tale risultato: dal cloro il metodo più utilizzato nel mondo, all'elettrolisi con utilizzo del sale, il bromo più delicato sulla pelle, i raggi ultravioletti e per ultimo ma non meno importante, l'ossigeno. Ed è proprio di questo elemento che parliamo oggi.

La disinfezione attraverso l'ossigeno attivo, più leggero come metodo e quindi più indicato per le piscine domestiche in quanto evita gli odori pungenti che si emanano dall'evaporazione del cloro, garantisce dei benefici notevoli: acqua dolce e inodore, facilità di impiego, efficace anche come antialghe, non irritante per la pelle e gli occhi. Lo si trova in forma di pastiglioni, granulato e liquido.

L'utilizzo di ossigeno, pur essendo un ottimo antiossidante, non esclude completamente l'impiego di basse dosi di cloro, considerato che le molecole di ossigeno sono volatili e leggere e tendono a vaporizzare velocemente. Ma soprattutto richiede un buon impianto di circolazione della piscina, una filtrazione correttamente dimensionata, ed un costante controllo del pH in quanto subisce continue variazioni.

water 2603288 340

Facebook