PLASTIC FREE: la sfida di oggi, la rivoluzione di domani.

Ogni anno 8 milioni di tonellate di rifiuti plastici vengono riversati negli oceani. In occasione della Giornata Mondiale dell'Ambiente dello scorso 5 giugno il Ministro Costa aveva annunciato la decisione del Ministero dell'Ambiente di adottare una politica "plastic free" entro il mese di Ottobre.

La promessa è stata mantenuta e dallo scorso 4 ottobre il dicastero conferma il cambiamento in atto. L'acqua alla spina è la prima delle azioni intraprese dal Ministero, ma non basta. Da un post del Ministro su Facebook, veniamo a sapere che sono in lavorazione due leggi importantissime al fine di ridurre le confezioni di plastica monouso e gli imballaggi. La prima in arrivo a giorni si chiamerà "SalvAmare", che anticipa la direttiva europea contro gli oggetti monouso.
Diverse sono le istituzioni italiane che si sono rese partecipi di questa decisione.

Questo è il primo passo verso la soluzione del problema, che ad oggi viene analizzato nei laboratori di ricerca delle maggiori università al mondo. Sono diversi i laboratori che confermano dai incoraggianti su funghi e microbi in grado nutrirsi di elementi plastici “eliminandoli” dall'ambiente.La ricerca prosegue nello sviluppo di nuove tecnologie per l'eliminazione di questo materiale così dannoso sia alla natura che al nostro futuro, ma nel frattempo dovremmo tutti impegnarci nel non utilizzo di questo materiale.

IMPEGNARSI OGGI VUOL DIRE CREARE UN FUTURO MIGLIORE PER I NOSTRI FIGLI DOMANI. Iniziamo subito: DICIAMO BASTA ALLA PLASTICA E SI AI SISTEMI DI FILTRAZIONE DOMESTICI.

Facebook